Consulenza Sicurezza sul lavoro

Con riferimento agli adempimenti previsti dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e dalla normativa in materia di sicurezza in generale la Società è in grado di adempiere a quanto di seguito sinteticamente riepilogato:

  1. Esecuzione di un check-up iniziale volto a denire il fabbisogno aziendale in merito agli adempimenti richiesti dalla normativa
  2. Analisi documentazione tecnica ed individuazione di quella eventualmente mancante
  3. Costante valutazione dei rischi esistenti e/o emergenti ex artt. 17 e 28, D.Lgs. 81/08
  4. Redazione del Documento di valutazione dei rischi ex art. 29, D.Lgs. 81/08 e s.m.i.
  5. Redazione del Documento di valutazione del rischio incendio ed Esplosione ex D.M. 10.03.1998
  6. Redazione del Piano di emergenza ex D.M. 10.03.1998
  7. Redazione dei Piani di evacuazione per ogni ambiente
  8. Redazione del Documento Unico Di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI), art. 26, comma 3 del D.Lgs. 81/08
  9. Istituzione del Registro dei Controlli e delle Veriche Periodiche (R.C.P.) ex D.M. 10.03.1998
  10. valutazione di rischi specici: rischio rumore, rischio vibrazioni, rischio chimico, rischio da movimentazione manuale dei carichi (scheda Mapo, metodo Niosh), rischio da atmosfere esplosive, rischio incidenti rilevanti, rischio stress lavoro-correlato, etc
  11. Analisi dell’indice infortunistico e valutazione indici di incidenza
  12. Formazione e addestramento delle gure sensibili (Lavoratori, Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, Addetti della Lotta Antincendio, Addetti al Primo Soccorso, Preposti, Dirigenti, Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) previste dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. in conformità ai programmi stabiliti dal D.M. 16/1/97, dal D.Lgs. 195/2003, dal D.M. 10.03.1998 e dall’Accordo Stato Regioni N° 221 del 21.12.2011
  13. Formazione dei lavoratori sui rischi specici (relativamente a rischio da movimentazione manuale dei carichi, rumore, rischio elettrico, rischio videoterminali, rischio termico, rischio biologico, rischio chimico, carrellisti, elettricisti, saldatura, D.P.I., segnaletica di sicurezza, etc.)
  14. Informazione del personale sia in materia di Sicurezza, Salute e Prevenzione dei Rischi, sia sulle procedure aziendali e sul Sistema di Gestione implementato
  15. Assunzione della funzione di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (con tecnici in possesso dei requisiti prescritti dall’art. 32 D.Lgs. 81/08)
  16. Svolgimento diretto dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione (con tecnici in possesso dei requisiti prescritti dall’art. 32 D.Lgs. 81/08)
  17. Sopralluoghi periodici con cadenza adeguata alle eettive esigenze della struttura ed aggiornamento del registro dei controlli
  18. Organizzazione e partecipazione alla Riunione periodica annuale di prevenzione protezione dai rischi ai sensi dell’art. 35 del D.Lgs. 81/08
  19. Esercitazioni di evacuazione 20. Veriche impianti (misurazioni, collaudi, prove)
  20. Consulenza continua al Datore di Lavoro in ordine alla normativa tecnica e legislativa, scadenze, adeguamento impiantistico, fornitura DPI